MAGAZZENO STORICO VERBANESE

... a partire da un'idea di Giovanni Andrea Binda (1803-1874)
Copertina Autore Pubblicazione Editore Anno
Carlo Alessandro Pisoni La Zoya di Casa Borromea

Volume formato 20 x 23 cm. di pagg. 64 su carta pesante. “In nozze” edito per il cinquantesimo anniversario delle nozze di Giberto e Bona Borromeo Arese con l’intento di proporre, tra le carte dell’Archivio Borromeo dell’Isola Bella, la riscoperta di quel “fulgore degli ori e luccichio di pietre preziose” che, già dal Quattrocento, rappresentò uno dei più efficaci strumenti di dimostrazione e, talvolta, di ostentazione della ricchezza e della potenza del casato.

Compagnia de' Bindoni Germignaga, 2008
Prezzo di copertina 15 EUR Acquista libro 15 EUR
(ancora 3 copie disponibile per la vendita)

Volume 20 x 23 cm. pagg. 64 su carta pesante, con un sonetto in dialetto milanese  e un’appendice documentale di 19 atti (1447-1664) su alcuni gioielli della casata dei Borromeo.

Il volume, edito in occasione della ricorrenza, il 25 ottobre 2008, del cinquantesimo anniversario delle nozze di Giberto e Bona Borromeo Arese, gioca fin dal titolo sull’ambivalenza semantica del termine gioia/zoya nel suo doppio significato di gioia come partecipazione e felicità per l’evento celebrato e di gioia come gioiello, oggetto prezioso. Il testo infatti propone un interessante itinerario tra le carte dell’Archivio Borromeo dell’Isola Bella alla scoperta di quel “fulgore degli ori e luccichio di pietre preziose” che, già dal Quattrocento, rappresentò uno dei più efficaci strumenti di dimostrazione e, talvolta, di ostentazione della ricchezza e della potenza del casato. L’Autore ci conduce attraverso tre secoli di storia della famiglia Borromeo e delle sue zoye: ci fa scoprire i cambiamenti dei gusti e delle mode; ci fa ripercorrere fasi congiunturali ed economiche favorevoli e meno favorevoli, che si riflettevano inevitabilmente, anche da un punto di vista culturale, sull’immagine pubblica del casato, orientata di volta in volta verso un modo di proporsi più sobrio e austero o più appariscente e sfarzoso; ci fa conoscere infine i nomi degli orafi, sempre i più illustri del loro tempo, che prestarono la loro opera per la famiglia. Il volume è aperto da un sonetto in milanese ed è completato da una corposa appendice documentale con le trascrizioni di 19 atti relativi ai gioielli di casa Borromeo. I documenti sono tra i più significativi fra quelli conservati presso l’Archivio dell’Isola Bella, distribuiti in un ampio arco cronologico compreso tra il 1447 e il 1664.

Richiesta pubblicazioni

Soci, sostenitorie simpatizzanti del MSV possono richiederne via e-mail di acquisirne copie (finché ve ne sia disponibilità) a loro riservate a condizioni di favore, ai seguenti indirizzi:

Verranno comunicate la disponibilità dei titoli richiesti e le modalità per l'acquisizione dei desiderata.

Suggeriamo di voler indicare un indirizzo di e-mail e un recapito telefonico a cui riferirsi per la risposta: essa sarà più sollecita!

 

MSV sponsor

  • banner Comune di Cannero Riviera
  • banner Comunità Montana Valli del Verbano
  • banner Fondazione Cariplo
  • banner Laica Cioccolati – Arona
  • banner Litografia Stephan
  • banner Luigi Guffanti 1876 Formaggi per Tradizione
  • banner Musei e Residenze Storiche della famiglia Borromeo Arese
  • banner Navigazione Isole Borromee